Facebook ha iniziato la sperimentazione dei “video immersivi” a 360 gradi, che permetteranno agli utenti di vivere un’esperienza più realistica e che si avvicina a quella offerta dalla realtà virtuale. Mark Zuckerberg, fondatore e CEO di Facebook, ha sottolineato come l’impiego della tecnologia per la realizzazione di video a 360 gradi sia un importante passo in avanti e rappresenta un piccolo assaggio di ciò che ci aspetta in futuro.

Sul palco della conferenza degli sviluppatori Facebook F8, Mark Zuckerberg ha mostrato come il famoso social network evolverà nei prossimi mesi. Una tra le principali novità è il debutto dei video a 360 gradi. Durante il keynote sono state mostrate le potenzialità di questa nuova tecnologia. Infatti, grazie all’impiego di 24 telecamere che lavorano in contemporanea, Facebook ha realizzato un video sferico in cui è possibile spostarsi all’interno e visualizzare lo stesso luogo da diverse angolazioni. L’impiego di una tecnologia simile, soprattutto per la mappatura delle strade e dei luoghi, rappresenta un importante passo in avanti che potrà essere realizzato nei prossimi mesi.

Con 1.3 miliardi di persone sul social network e oltre 3 milioni di visualizzazioni di video al giorno, Facebook spera di spingere gli utenti verso questo nuovo formato video. Infatti, durante il keynote, Mark Zuckerberg ha chiesto agli editori di terze parti di creare i loro video sferici e condividerli sulla piattaforma.

Un assaggio di realtà virtuale

Il debutto dei video a 360 gradi rappresenta un piccolo assaggio delle potenzialità della realtà virtuale. I video sferici, secondo Facebook, rappresentano il primo step verso video ancor più immersivi e che richiederanno l’utilizzo di occhiali ad-hoc, come gli Oculus Rift, che offrono l’illusione di essere veramente immersi all’interno di uno scenario digitale. Infatti, i video sferici possono essere visualizzati tramite mouse o semplici tap, mentre la realtà virtuale è ancor più complessa visto che posiziona la persona all’interno dello scenario e permette di interagire semplicemente muovendo la testa.

I video a 360 gradi debuttano su Facebook

Video a 360 gradi su Facebook

Oculus Rift non necessari

Come dimostrato sul palco di Facebook F8, i video sferici non richiedono alcun strumento ausiliario per la visualizzazione. Quest’ultimi possono essere visualizzati all’interno di un classico browser o uno smartphone.

Tuttavia, se da un lato la creazione di video a 360 gradi può essere considerata un importante passo in avanti, da un punto di vista tecnico è richiesta un’attrezzatura all’avanguardia e che le odierne tecnologie non offrono a livello consumer. Di fatto, le potenzialità dei video a 360 gradi, almeno per il momento, rimangono limitate, anche se questa tecnologia permette di avere a portata di mano un nuovo modo di fruire i contenuti.

Ricordiamo, infine, che Facebook non è la prima azienda a lanciare i video a 360 gradi, bensì Google ha aggiunto recentemente il supporto ai video a 360 gradi su YouTube offrendo la possiblità di riprodurli tramite browser Chrome o su dispositivi Android, all’interno dell’app YouTube.