Continua la lotta serratissima di Facebook alla notizie false, le cosiddette bufale o fake news, potenziando ulteriormente la sua intelligenza artificiale di controllo sui contenuti editoriali.

L’obiettivo è ovviamente quello di permettere agli oltre 2 miliardi di utenti di Facebook a leggere, tramite il social network, solo contenuti giornalistici verificati e affidabili e filtrare tutti quei contenuti che non sono attendibili.

I primi test sono cominciati nel mese di aprile e ora Facebook annuncia che i suggerimenti agli articoli correlati saranno estesi a Stati Uniti d’America, Francia, Germania e Olanda, dove esistono già delle media partnership per il fact checking delle news.

Articoli correlati è una funzione che offre agli utenti informazioni affidabili legate ad un determinato argomento, andando non solo a consigliare nuovi articoli ma anche ad aiutare i lettori a trovare vere notizie.

Grazie all’intelligenza artificiale di Facebook, le notizie che vengono considerate potenziali bufale vengono poi inviate ad un team di tecnici umani composto da partner – il fact checking – che le revisionano.

E in Italia? Un portavoce di Facebook fa sapere che questa tecnologia non è ancora stata sperimentata in Italia.