Facebook fa un altro passo in avanti per aiutare le persone in difficoltà. Tutti conoscono Safety Check, un tool che permette agli iscritti che si trovano in una zona colpita da un disastro di avvertire amici e famigliari di stare bene. Adesso, Facebook evolve Safety Check introducendo Community Help di cui aveva già accennato alcune funzinalità verso la fine dell’anno scorso. Trattasi di uno strumento che permetterà alle persone che si trovano nell’area colpita da un disastro non solo di richiedere aiuto ma anche di offrire supporto.

Questa funzione arriva dopo un giusto luogo periodo di test. Inizialmente sarà disponibile solamente per Stati Uniti, Canada, India, Arabia Saudita, Australia e Nuova Zelanda ma in futuro sarà estesa anche agli altri paesi. Inoltre, in questo primo periodo di disponibilità pubblica, Facebook Community Help funzionerà solo per incidenti e catastrofi naturali. Il suo funzionamento è molto semplice. Community Help si attiverà contestualmente a Safety Check.

Una volta che gli utenti avranno chiarito la loro condizione, potranno lasciare un messaggio chiedendo uno specifico aiuto o, viceversa, potranno anche offrire un qualche genere di supporto alla gente che si trova nell’area colpita. Supporto che può essere di diverse tipologie come cibo, alloggio, medicine e tanto altro ancora.

Trattasi, dunque, di uno strumento molto utile che dovrebbe consentire alle persone di ottenere più facilmente aiuti nelle zone colpite da qualche calamità evidenziando come oggi, grazie al suo bacino di utenti, Facebook è già il luogo privilegiato da cui molti partono per richiedere aiuto. Community Help aiuterà semplicemente chi sta già cercando un appoggio a trovarlo più velocemente.