Facebook potrebbe essere presto in grado di riconoscere qualsiasi persona all’interno di una foto, anche se questa non è perfettamente visibile. Il social network ha, infatti, sviluppato un nuovo algoritmo che permette di riconoscere una persona senza necessariamente che il suo viso sia perfettamente in mostra. Trattasi di una novità molto interessante in quanto molte software house hanno sviluppato soluzioni per il riconoscimento facciale ma che non funzionano correttamente se il viso della persona da riconoscere non è ben in mostra.

L’algoritmo che sta alla base della soluzione di Facebook è, invece, molto diverso perché utilizza criteri differenti. Per riconoscere le persone saranno, utilizzati, infatti elementi come i capelli, la postura, i vestiti e la forma del corpo. Grazie alla combinazione di questi dati, l’algoritmo di Facebook è in grado di offrire un’elevata affidabilità con un successo pari all’83%. Se dal punto di vista tecnico trattasi sicuramente di un successo, Facebook dovrà fare i conti con le leggi sulla privacy prima di poter implementare davvero questa tecnologia. L’algoritmo, permette, infatti di riconoscere potenzialmente anche tutti coloro che nelle foto non vogliono apparire ed essere riconosciuti.

Tuttavia, come buona approssimazione, il social network potrebbe decidere di utilizzare questo algoritmo di riconoscimento nei suoi servizi come nella recente app Moments che fa già uso di un rudimentale sistema di riconoscimento facciale.

La discriminante sarà comunque sempre la gestione della privacy degli utenti. Moments, per esempio, al momento non arriverà in Europa proprio a seguito delle perplessità dei Regolatori nell’utilizzo con troppa disinvoltura della tecnologia del riconoscimento facciale, non disattivatile, all’interno dell’app.