Facebook at Work: questo il nome della versione professionale del social network attualmente in sviluppo, un progetto basato su ciò che già esiste, cioè gruppi, News Feed e messaggistica. Ci saranno però anche strumenti più funzionali all’ambiente lavorativo, come la possibilità di condividere documenti o file, in modo che nasca un modo diverso di distinguere utilizzo e funzionalità di quello che sarà un vero e proprio Facebook per aziende dal primo e ormai classico social network.

Le indiscrezioni sono state riportate dal Financial Times, secondo cui la versione professionale di Facebook sarebbe un progetto già avviato, affidato alle cure degli uffici di Londra, e già in utilizzo interno da parte dei dipendenti, a scopo lavorativo, e probabilmente anche per fornire feedback interni e più diretti.

Con Facebook at Work sarà possibile separare lavoro e vita privata, ma, verrebbe da pensare, sarà impossibile separarsi da Facebook, soprattutto per le tante persone che già ne dipendono, o comunque passano diverse ore ogni giorno a curiosare sulla home. I propri dati della versione classica non andranno automaticamente a confluire in quella per aziende, e viceversa, per marcare ancor più il confine tra lavorativo e personale.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter