Facebook starebbe testando il tanto richiesto pulsante non mi piace. Da lungo tempo gli iscritti al social network chiedevano un pulsante che potesse esprimere il loro “disgusto” verso un certo tipo di contenuto ma Facebook aveva preferito lanciare le reazioni, emoji raffiguranti diversi stati d’animo per offrire agli utenti maggiori possibilità per esprimere le loro sensazioni verso un certo messaggio. Tuttavia, sembra adesso che un pulsante non mi piace arriverà, anche se limitatamente a Messenger.

TechCrunch riporta, infatti, che Facebook starebbe testando le reazioni all’interno di Messenger. Si tratterebbe di uno strumento molto simile a quello presente all’interno della piattaforma con la differenza che qui farebbe la sua comparsa anche l’emoji non mi piace cioè un pollice che punta verso il basso.

Facebook ha confermato il test che avrebbe lo scopo di rendere Messenger più divertente e coinvolgente. Tuttavia il social network non ha specificato nessuna timeline per il debutto ufficiale di questa funzionalità. Secondo TechCrunch che ha scoperto il test, il pulsante non mi piace sarebbe utilizzato più come un pulsante per il “no” piuttosto che per dire davvero non mi piace. Sembrerebbe, infatti, che Facebook voglia utilizzare le reazioni in Messenger per specifiche situazioni come le votazioni.

Si tratta, comunque, di una novità interessante. Se ne saprà probabilmente di più quando questa funzionalità debutterà ufficialmente per tutti.