Ieri, Facebook ha introdotto quel programma di beta testing dell’applicazione per Android del quale “giravano” delle indiscrezioni da settimane: chiunque, a prescindere dalle capacità, può iscriversi e ottenere la app aggiornata con le funzioni sperimentali. Perché partecipare? L’intenzione è quella di raccogliere dei feedback e migliorare lo sviluppo. Quali passaggi bisogna effettuare, per avere l’update? È sufficiente inviare una richiesta d’iscrizione al gruppo su Google Groups per scaricare la app aggiornata da Google Play.

L’ingresso nel gruppo è immediato, perché non esistono criteri di selezione dei candidati: tutti, ripeto, possono partecipare. Terminata la procedura, un link a Google Play permette d’avviare automaticamente il download dell’applicazione sullo smartphone. Ho impiegato meno di due minuti per completare il procedimento e iniziare a utilizzare la nuova app. Identificata come 3.4, non presenta molte differenze rispetto a quella stabile e – con mia grande soddisfazione – è tradotta in italiano. Io non avevo dubbi su questo dettaglio.

Non avevo dubbi, perché ho partecipato alla traduzione in crowdsourcing di Facebook e conosco il meccanismo: non voglio tediarvi sui dettagli, ma la localizzazione linguistica del portale è pressoché immediata — e le stesse stringhe sono riportate nelle app. Un approccio più apprezzabile di quello adottato da Microsoft su Windows 8.1. Accedere alle funzionalità sperimentali dell’applicazione di Android dovrebbe portarvi a redigere dei feedback da inviare a un gruppo su Facebook. Sì, quello su Google Groups ha un’altra funzione.