Facebook ha arricchito il programma di testing dell’applicazione dedicata ad Android, permettendo agli utenti del social network di partecipare alla Alpha: la versione Beta è scaricabile da diverso tempo, però – a quanto pare – per gli ingegneri di Menlo Park non era ancora sufficiente. La procedura per accedere al programma e aggiornare la app non è diversa da quella già prevista, perciò chiunque può sottoporre la propria candidatura ed effettuare subito l’aggiornamento alla 3.9-dev che è stata rilasciata un paio di giorni fa.

Se la Beta può presentare dei difetti – rispetto al rilascio stabile dell’applicazione – Facebook for Android Alpha ha molti più problemi: installata su tablet e smartphone, fatica ad aggiornare correttamente le notifiche dal social network. Quanto alle funzionalità, sarebbe eccessivo aspettarsi leak di caratteristiche che non siano ancora state annunciate da Mark Zuckerberg. Insomma, partecipare all’alpha oppure al beta testing potrebbe essere soltanto una perdita di tempo per la maggioranza degli utenti e crea pure confusione!

Io, ad esempio, non so quale sia il livello raggiunto dalla Beta o dalla versione stabile: per tornare ad avere la app definitiva bisogna lasciare il programma ed effettuare il downgrade dell’applicazione dal Play Store. Basta un clic, ma non vedo perché continuare a passare da un rilascio all’altro. L’unica novità rilevante riguarda la localizzazione geografica di luoghi da visitare e amici ed è subordinata – nel secondo caso – all’indicazione esplicita della propria posizione. Il senso del testing, però, sarebbe nei feedback.