Se volete utilizzare un nome di fantasia o un soprannome con il quale siete conosciuti per il vostro account Facebook, potrebbero essere in arrivo per voi buone notizie. Il social network infatti, dopo diversi mesi di lamentele e richieste da parte di gruppi ed organizzazioni, sarebbe ora pronto a testare alcune modifiche alla sua politica proprio sull’utilizzo dei nomi reali, che al momento esige in svariati casi che gli utenti utilizzino il loro nome autentico al posto di uno pseudonimo per creare il proprio account.

Come riporta il sito statunitense Engadget, sono state molte le critiche e le segnalazioni provenienti proprio dagli USA, ad opera di comunità trans e Nativi Americani, secondo cui le regole adottate da Facebook per i nomi sarebbero utilizzabili come mezzo per schernire le stesse persone e come arma per molestie. Per preservare i propri utenti, sono due le principali modifiche che il social network si prepara ad introdurre: in primo luogo, nel momento in cui viene confermato un account, gli individui potranno inserire una nota che spieghi per quale ragione si utilizza un determinato nome, in modo da contestualizzare il fenomeno.

In secondo luogo sarà più difficile per gli altri utenti segnalare qualcuno affermando che utilizza un nome falso, dato che la piattaforma richiederà con l’aggiornamento nel regolamento di inserire maggiori informazioni e dettagli nella segnalazione, cosicché le stesse denunce a danno di altri utenti che vengono accusati di non essere chi dicono con loro nome vengano effettuate con meno leggerezza. Mentre le modifiche appena viste dovrebbero essere messe in pratica a partire da dicembre, non sembra purtroppo che Facebook voglia tornare sui propri passi nella politica globale, portando avanti l’idea per cui associare il nome reale all’account possa essere un modo per rendere le persone più responsabili ed attente alle proprie azioni.