Negli anni Settanta ha ottenuto molto successo una ricerca di Stanley Milgram che parlava di sei gradi di separazione tra due cittadini a caso sparsi per il mondo.Se prima erano necessari almeno sei passaggi per mettere in contatto due sconosciuti anche in due parti opposte del mondo, adesso con Facebook questa distanza è stata accorciata. I gradi di separazione sono soltanto quattro.

È la prima volta che si fa un’analisi così approfondita del social network ed il bello è che è stata condotta da un team italiano. Andiamo con ordine.

Facebook in questo momento può vantare circa 800 milioni di utenti attivi, ma al momento della ricerca erano 721 milioni, in grado di sviluppare circa 69 miliardi di connessioni. Il team italiano dell’Università di Milano, ha perfezionato un algoritmo che analizza le relazioni tra gli utenti.

Tramite questo strumento che si chiama HyperANF ed è stato progettato dal Laboratorio di Web Algorithmics (Law) dell’Università di Milano, si spiega come un utente riesca a mettersi in contatto con un altro utente di Facebook, facendo soltanto quattro passaggi.

A livello numerico c’è da considerare che ogni iscritto a Facebook coltiva mediamente cento amici ma i contatti con cui entra in relazione sono quasi il doppio. Per l’esattezza 192.