L’iPhone X ha introdotto il Face ID, un sofisticato sistema di riconoscimento facciale che va a sostituire il Touch ID e che secondo Apple è molto più affidabile del sistema basato sulle impronte digitali. La sua reale efficacia, in realtà, è tutta ancora da valutare visto che l’iPhone X arriverà solamente a novembre e che i nuovi iPhone 8 e iPhone 8 Plus ne sono sprovvisti. Secondo, però, i soliti ben informati analisti di KGI Securities, il Face ID dovrebbe raggiungere anche tutti gli altri modelli di iPhone che Apple commercializzerà nel 2018.

Cupertino intende investire molto su questa tecnologia, mentre il destino del Touch ID sarebbe appeso ad un filo, soprattutto perché la sua implementazione al di sotto dei display risulta essere molto difficoltosa. Il design dell’iPhone X, del resto, sarà probabilmente il filo conduttore dei nuovi iPhone del 2018. Se, dunque, Apple punterà su smartphone borderless, l’implementazione del Touch ID potrebbe risultare un po’ complicata visto che gli schermi degli iPhone già includono il 3D Touch.

La scelta migliore, dunque, sarebbe quella di puntare direttamente sul Face ID. Tuttavia, molto dipenderà dall’accoglienza della gente. Se gli utenti apprezzeranno particolarmente il Face ID, allora il Touch ID potrebbe essere abbandonato definitivamente già dal prossimo anno.

Se, invece, l’accoglienza dovesse essere freddina, Apple sarebbe costretta a trovare una soluzione per implementare il Touch ID anche sui futuri smartphone del 2018.

Il 3 novembre l’iPhone X arriverà sul mercato ed a quel punto saranno gli utenti a decretare le future scelte di casa Apple.