La grande famiglia di Facebook si arricchisce di un nuovo figlio, un’altra adozione portata a termine dal social network di Menlo Park. Si tratta dell’azienda Face.com specializzata nel riconoscimento facciale. Vediamo i dettagli dell’accordo. 

Facebook, già dall’inizio dell’anno ha messo in campo una serie di cambiamenti che hanno fatto il bello e il cattivo tempo dell’azienda di Zuckerberg. In primo luogo bisogna citare il catastrofico debutto in borsa, oggi sotto analisi per via della velocissima svalutazione delle azioni.

La cosa che più colpisce, comunque, è la volontà di Facebook di insistere sulla pubblicità. L’ultima frontiera sarebbe l’advertising real time ma gli investitori hanno bisogno di guadagni, quindi il social network blu deve garantire una corposa navigazione tra le sue pagine.

Come raggiungere l’obiettivo? Stimolando la vanità degli iscritti, quindi puntando su tutto ciò che è caricamento delle foto, taggatura degli amici e così via. Questo sentimento di Facebook ha iniziato a muovere i primi passi con l’acquisto di Instagram e poi con il lancio di Facebook Camera.

L’ultimo passo sarebbe l’acquisizione di Face.com, un’azienda israeliana specializzata nel riconoscimento facciale. L’operazione commerciale dovrebbe arrivare a costare tra i 55 e i 100 milioni di dollari ma il bello è che Face.com è specializzata anche nel riconoscimento mobile e – si sa – gran parte delle foto che finiscono su Facebook sono scattate tramite smartphone.

Sarà la svolta?