Internet Explorer – dopo un momento di crisi di cui hanno potuto approfittare sia Chrome che Firefox – è tornato alla carica. I dati ufficiali parlano di un incremento della diffusione del browser di Redmond di un piccolo un per cento che però allontana la concorrenza.

Come ogni anno la società NetMarketShare ha diffuso i dati relativi alla navigazione. Visto l’incremento della diffusione dei dispositivi iOS, nell’ultimo anno, abbiamo assistito ad un aumento della diffusione del browser Safari ma questo non ha scoraggiato i sostenitori e gli sviluppatori di Redmond.

Quindi se il mobile è trainato da Safari, sui PC Desktop, invece conserva una posizione privilegiata Internet Explorer che pur avendo ridottissimi margini di miglioramento, ha un rendimento che lo allontana dai rivali nel settore della navigazione.

Il successo del browser firmato Microsoft era stato messo in discussione dalla rincorsa di Firefox e Chrome, che iniziavano a spopolare nella navigazione fuori dall’ambiente di lavoro. Chi usava Firefox e Chrome, infatti, lo faceva soprattutto alla fine della giornata e alla fine della settimana.

Adesso invece, con l’incremento di 0,99 punti percentuali nella diffusione, IE torna a rappresentare il 53,88 per cento del market share dove spopolano soprattutto Internet Explorer 8 e Internet Explorer 9. Cede terreno Firefox che perde lo 0,37%. Più contenuta la riduzione nella diffusione di Chrome ferma al -0,30%.