Evernote 5 è disponibile su Android da qualche giorno e, come accennavo, ha introdotto il supporto dello Smart Notebook prodotto in collaborazione con Moleskine: il taccuino ha un prezzo decisamente sostenuto che s’aggira sui 28,50€ con spese di spedizione e IVA incl., ma è un gadget unico per coniugare la scrittura offline agli appunti online e propone tre mesi gratuiti d’abbonamento premium all’applicazione. L’ho ordinato venerdì e, nonostante la concomitanza delle vacanze pasquali, m’è stato recapitato già da qualche minuto.

Il taccuino è distribuito in Italia da Triboo Digitale, un comparto della casa editrice di Leonardo: lo specifico soltanto perché non lo sapevo, finché non ho ordinato la Moleskine, e vorrei evitare che qualcuno pensasse a una “marchetta”. Ho pagato il prodotto a prezzo pieno e non ho avuto una corsia preferenziale per la spedizione, né tanto meno ho qualche interesse a promuoverlo. Fatte le dovute premesse… ho optato per la versione piccola a quadretti, perché la ritengo più duttile di quella a righe. Non è la solita Moleskine.

Ho avuto altre Moleskine in passato e assicuro che la carta dello Smart Notebook di Evernote è differente: hanno utilizzato dei materiali adatti alla fotografia digitale, affinché le note possano essere trasferite più comodamente sul web. Il valore aggiunto del taccuino è negli adesivi che permettono un rapido tagging dei contenuti, mentre per il resto è identico agli altri prodotti di Moleskine. Io ho le mani piuttosto grandi, da pianista, perciò le proporzioni che appaiono nelle mie fotografie potrebbero sembrare ingannevoli.

Oltre alla copertina “istoriata” con le immagini tipiche di Evernote, il taccuino include appunto gli Smart Stickers che sono supportati dalla versione 5.0 o superiore della app per iOS o Android. Windows Phone ha tuttora la 3.x e, di conseguenza, un acquisto di questa Moleskine sarebbe inutile! Ha senso comprarla, possedendo un dispositivo compatibile? Dipende. Le funzioni dell’applicazione sono già eccellenti a prescindere dal supporto utilizzato per prendere le note offline, quindi acquistare lo Smart Notebook è facoltativo.

Personalmente, consiglio di prenotare lo Smart Notebook a chi utilizzasse Evernote con assiduità e riempisse le pagine del proprio taccuino in poche settimane. Ho una pessima grafia e per evitare gli sprechi utilizzerò la matita. Quasi trenta euro per un’agenda sono tanti e, piuttosto, potreste investire nella sottoscrizione a pagamento di Evernote: esclusi gli Smart Stickers, qualunque foglio di carta riciclata assolverebbe alla stessa funzione. Se siete degli incurabili geek come il sottoscritto, almeno una dovreste comprarla.

Promosso o bocciato? Il taccuino di Evernote e Moleskine merita la promozione, ma sono abituato a fare i conti col mio portafogli e dubito d’effettuare un secondo acquisto dello Smart Notebook… quando l’avrò terminato. È stato un «capriccio» come sembrano essere i phablet: la spesa è molto più contenuta, però il meccanismo è identico. Tanto elogio l’utilità di Evernote, quanto sottolineo che questo prodotto è tutt’altro che necessario. Potrei farne a meno? Sì, sicuramente. Resterebbe comunque un’ottima idea-regalo per dei geek.

Fotografia di Evernote Smart Notebook (2 di 4) Fotografia di Evernote Smart Notebook (3 di 4) Fotografia di Evernote Smart Notebook (4 di 4)

Photo Credit: Federico Moretti via Photo Pin (CC)