Evernote è sotto attacco da ieri sera, con la conseguenza che 100 milioni di utenti in tutto il mondo stanno avendo problemi di sincronizzazione, come riporta il sito dell’azienda americana.

L’attacco, riporta la BBC, è iniziato ieri sera tardi. L’unica cosa che al momento si sa è che si tratterebbe di un attacco DDOS, vale a dire distributed denial of service. Verso le 3 di notte Evernote è riuscita a ripristinare il servizio, ma non del tutto.

Questo tipo di attacchi funziona grosso modo così: gli hacker prendono possesso di una moltitudine di computer e inviano, nello stesso momento, un altissimo numero di richieste allo stesso server. Di solito si tratta di un’arma, usata spessissimo in passato da Anonymous, per mettere off line un sito indirizzandogli milioni di visite in contemporanea. Di solito questo tipo di attacchi coinvolge ignare persone, il cui computer viene controllato in remoto.

Non è la prima volta che Evernote finisce sotto attacco. Era già successo nel 2013. In quell’occasione gli hacker riuscirono a violare i server e ad accedere in alcuni casi a informazioni personali degli utenti, come nome utente e password.

Questa volta però Evernote ha precisato: Trattandosi di un attacco di tipo Ddos non c’è stata alcuna perdita di dati né compromissione degli account. Insomma, state tranquilli: se qualcosa non va con il vostro Evernote si tratta solo di un malanno passeggero e che non lascerà traccia.