Lunedì, oltre all’aggiornamento delle applicazioni integrate di Windows 8, è stato annunciato un altro rilascio importante: Evernote in versione 5.0.x per Android, che finalmente ha acquisito tutte le funzionalità dell’equivalente su iOS. Silvio Gulizia aveva parlato mesi fa dell’approdo su Mac OS X e, a seguito dell’arrivo di Google Keep, la app è destinata a sbaragliare la concorrenza. Non sono solito utilizzare dei termini tanto entusiastici, ma Evernote 5 è davvero una risorsa eccezionale! Cerchiamo di capire subito perché.

Evernote è sempre stata un’applicazione molto duttile, però la versione disponibile su Android non poteva competere con quella di iOS. La caratteristica più evidente riguarda il supporto al taccuino personalizzato di Moleskine che, nonostante il prezzo elevato, ho deciso di prenotare immediatamente: ne parlerò quando la riceverò. Non è affatto necessario utilizzarlo per apprezzare le novità. Evernote 5 introduce delle funzioni concorrenziali che possono essere usate sia nelle installazioni gratuite, sia in quelle ad abbonamento.

Il primo aggiornamento riguarda le fotografie: con Evernote 5 la fotocamera supporta gli scatti multipli, utilissimi se avete poco tempo a disposizione e dovete catturare diverse immagini. Gli esempi sono numerosi, dagli orari delle farmacie di turno ai sopralluoghi per una restaurazione. Io l’userò soprattutto per capire quali angolazioni prendere nei servizi fotografici o recuperare i colori degli edifici nella creazione dei design per i siti web. La proprietà più intrigante, però, è nella Optical Character Recognition (OCR).

Page Camera è una funzionalità di Evernote 5 che s’adatta a differenti utilizzi. Se avete una pessima grafia come il sottoscritto, potete fotografare le pagine d’appunti cartacei e ottenerne una copia digitale più leggibile: gli sviluppatori la descrivono come una specie di scanner. Ricordate quando accennavo alla difficoltà di firmare i contratti? Bene, grazie a questa feature potete risolvere il problema definitivamente. Togliendo le ombre e aumentando il contrasto, Evernote 5 permette di copiare e incollare la firma ovunque.

Un’altra caratteristica di Evernote 5 sono i tasti di scelta rapida: gli shortcut erano previsti nella versione per Mac OS X e, arrivati su Android, possono essere sincronizzati e recuperati da iMac o MacBook. Mi auguro che aggiornino presto anche le due applicazioni installabili su Windows 8, affinché risultino compatibili. Gli abbonati possono usufruire della nuova ricerca sui documenti che mostra tra i risultati tutti i file salvati in Evernote, inclusa la possibilità di cercare attraverso i contenuti dei PDF già disponibile.

Evernote Business ha acquisito il tagging dei contenuti e tutte le varianti dell’applicazione propongono un nuovo design, ancora più “pulito” e accattivante. Om Malik, criticando l’uscita di Google Keep, sosteneva che un’azienda come Evernote avesse dalla sua il fatto di concentrarsi su un unico servizio da erogare al meglio: è impossibile dargli torto, a prescindere dal fatto che Keep sia o meno un rivale credibile. Non sono abituato a installare troppe app sui miei dispositivi, però fra queste Evernote 5 non potrebbe mancare.

Schermata di Evernote 5 (2 di 3) Schermata di Evernote 5 (3 di 3)