Supportare l’ecosistema scolastico italiano attraverso risposte concrete ai bisogni evidenziati dai docenti, dagli studenti, dalle famiglie, dalla società e dal mercato del lavoro. Questo l’obiettivo sfidante del progetto EUREKA! Idee digitali per la scuola di Giunti Scuola, Intel Italia e Microsoft Italia presentato in occasione di ABCD + Orientamenti 2013, il Salone Italiano dell’Educazione, dell’Orientamento e del Lavoro, che prende il via oggi a Genova.

La scuola italiana, in quanto a digitalizzazione, è davvero la cenerentola del mondo sviluppato. E solo pochi giorni fa, il blocco del ministero all’acquisto delle LIM sappiamo che brusii ha scatenato.  Così l’impegno delle aziende è quello di dotare oltre 12 mila scuole di un kit di servizi a elevato valore socio-educativo e di accompagnarle nel processo di trasformazione necessario per colmare il gap evidenziato a più livelli.

Il kit è composto in modo variegato. Per la Scuola secondaria di I grado è prevista una batteria di test – aggiornata al nuovo ordinamento – finalizzata ad aiutare lo studente nella scelta della scuola secondaria di II grado, consente di far emerge un report contenente il profilo di orientamento individuale che sintetizza i punti di forza dello studente, fornisce un consiglio di orientamento complessivo e presenta uno schema delle competenze richieste per gli specifici settori professionali.

Per la Scuola secondaria di II grado, la batteria di test, basata su cinque aree di valutazione, è finalizzata ad aiutare lo studente nella scelta dell’Università e/o degli Istituti Tecnici Superiori. A questi servizi (in Europa li hanno adottati tutti, a partire dalla Grecia) si associa anche il “Registro elettronico” cioè un’applicazione web studiata per la digitalizzazione del registro di classe e del docente e per condividere le informazioni su tutte le attività didattiche svolte in classe.