Cinque anni fa Facebook non era ancora aperto a tutti, Twitter non esisteva e l’iPhone era appena stato lanciato sul mercato. Poi è cambiato il mondo. Cosa succederà nei prossimi cinque anni? Difficile predirlo, ma IBM ci prova ogni anno, scommettendo su cinque tecnologie che vedremo affermarsi nei prossimi cinque anni.
Il punto di partenza per uno sguardo sul futuro, spiega in un post su A smarter planet Bernard Meyerson, Chief Innovation Officer di IBM, è il presente. Oggi i computer sono diventati macchine in grado di relazionarsi con il mondo esterno, basti pensare alle macchine che si guidano da sole o al riconoscimento delle impronte digitali.
Secondo IBM nei prossimi cinque anni i computer svilupperanno i propri sensi. Ecco le predizioni degli scienziati dell’azienda americana.

Nei prossimi cinque anni saremo in grado di toccare le cose tramite lo smartphone. (Vi ho raccontato già del touch-screen che simula il contatto reale)

I computer capiranno le immagini e non si limiteranno a riconoscerle, come fa ora per esempio Google Googles. Una cosa che tornerà molto utile in caso di pericoli.
Le macchine sapranno utilizzare i propri sensori per ascoltare i rumori, traducendo le frasi abbozzate da un bambino in una richiesta di aiuto o tradurre in linguaggio umano l’abbaiare di un cane.

I computer sapranno cosa ci piace mangiare e saranno in grado di scrivere la ricetta. Cioè saranno in grado di riconoscere l’effetto che alcune molecole hanno sul nostro palato e sul nostro apparato neurale, indicandoci cosa ci piacerà mangiare, con grande sollievo di tutte quelle persone costrette a una particolare dieta alimentare

Le macchine sentiranno gli odori. Un medico così potrà arrivare a diagnosticare malattie analizzando il mosto alito, che contiene milioni di molecole in grado di fornire numerosi dati riguardanti il nostro stato di salute.