Le statistiche parlano chiaro: gli amanti del libro digitale sono in progressivo aumento. Complice della situazione, il ribasso dei prezzi dei prodotti digitali, siano essi libri o lettori come il Kindle di ultima generazione. Ecco qualche dato riferito soprattutto al mercato americano. 

L’ebook reader piace, attira soprattutto per l’ergonomia del prodotto, per l’efficienza garantita in qualsiasi contesto e anche per la motivazione “ecologica” che sostiene alcuni comportamenti d’acquisto.

Tutto parte da un sondaggio del Pew Research Center’s Internet & American Life Project che ha dimostrato come nel 2011, nel corso di un anno, il 21 per cento degli americani adulti aveva letto almeno un ebook.

Un dato questo,  che è dato in crescita visto che mentre a metà dicembre l’indice di lettura di un ebook era inchiodato al 17 per cento, adesso a distanza di poche settimane, è dato già al 21 per cento. Questo non vuol dire che il formato cartaceo è mandato in pensione, anzi resta preponderante.

Quello che si evidenzia è che la tendenza dipende dalla maggiore disponibilità di contenuti digitali, dalla riduzione dei prezzi degli e-reader, dalla diffusione massiccia dei regali tecnologici per le festività.

Un altro sondaggio curato sempre dalla stessa società, ha provato ad estendere la definizione di contenuti digitali anche ad articoli giornali e riviste. In questo caso la percentuale di adulti che ha consultato almeno un contenuto digitale sale al 43%.