Sony ha aperto la sua conferenza stampa con il proverbiale botto: il reboot di God of War. Il nuovo capitolo del semidio dell’antica Grecia è stato mostrato dal vivo sul palco, attraverso una sessione di giocato.

Il filmato mostra un Kratos barbuto e invecchiato che, in compagnia di quello che potrebbe essere il suo figlioletto, parte per una battuta di caccia. Il nerboruto protagonista insegna al piccolo come ci si deve comportare durante la caccia ma, ad un certo punto, si palesa una serie di mostri molto più pericolosi di un cervo.

Un’ambientazione nordica e semi nevosa fa da sfondo a questo reboot, decisamente lontana dalle maestose scenografie greche viste nei precedenti capitoli. Stesso discorso per le armi: Kratos impugna infatti una grossa ascia, tipica arma da vichingo.

Per quanto riguarda il gameplay, si nota immediatamente una visuale molto più ravvicinata e un approccio meno frenetico rispetto al passato, ma ugualmente spettacolare. Molto bella la scena in cui il buon, vecchio Kratos attiva una sorta di abilità speciale che gli permette di mettere al tappeto un gigantesco troll. Alcune piccole sequenze mettono in mostra una certa libertà d’azione che rompe con il passato lineare e guidato e strizza l’occhio alle fasi esplorative dell’ultimo Tomb Raider.

Ancora non si hanno informazioni sulla trama e data di uscita di questa nuova esclusiva targata PlayStation 4.