Drew Houston, il CEO di Dropbox, ha annunciato il raggiungimento del traguardo dei 200 milioni d’utenti con una novità che interessa le imprese: Dropbox for Business è una variante della piattaforma che propone alle aziende un abbonamento da $795 all’anno per cinque utenti e uno spazio illimitato. Sì, a differenza degli account personali non esistono differenze di prezzo sulla capienza — e ogni utente aggiuntivo costa $125 annui. Un’offerta da non perdere, grazie ai nuovi strumenti che completano le buone soluzioni individuali.

Dropbox aveva organizzato in luglio la prima conferenza annuale degli sviluppatori che ha introdotto una serie di servizi collaterali, rivolti ai professionisti: Dropbox for Business include tutti gli accorgimenti per la sicurezza degli account individuali, aggiungendo delle risorse sul Bring Your Own Device (BYOD) e includendo degli strumenti per il controllo centralizzato dei profili. Oltre a registrare la cronologia delle attività dei dipendenti, è possibile effettuare la formattazione remota — e il trasferimento delle quote.

Ovviamente, Dropbox for Business è compatibile con tutti i programmi e le applicazioni creati dalla piattaforma: gli utenti possono utilizzare, nello stesso momento, un account individuale e uno aziendale – differenziati da un’etichetta sul file manager in esecuzione – sulla falsariga dei Secure Workspaces di BlackBerry. Il prezzo accessibile, lo spazio illimitato e la popolarità del servizio dovrebbero facilitare l’adozione di Dropbox nelle imprese e aumentare significativamente l’utilizzo delle soluzioni per il cloud storage.