Quante volte vi siete chiesti come integrare Dropbox e Gmail? Il popolare servizio di posta elettronica di Google, infatti, offre integrazione solamente con Google Drive, anche se adesso tramite un nuovo add-on è possibile creare la tanto desiderata integrazione tra Dropbox e Gmail. In questo modo, potrete sfruttare la famosa piattaforma cloud per condividere i link ai file archiviati in modo semplice e veloce.

Dopo una lunga attesa, Dropbox può essere integrato a Gmail grazie ad un’estensione per Chrome che permette di allegare i file disponibili online a tutti i messaggi di posta elettronica. Tramite l’add-on denominato Dropbox per Gmail, il servizio di cloud storage statunitense desidera ampliare il livello di integrazione con la popolare email e lanciare una sfida a Google Drive.

Come installare Google Chrome

Come scaricare Google Chrome

Schermata download Google Chrome

Per poter installare l’estensione è necessario, prima, scaricare il browser Google Chrome a partire da questa pagina web. Per scaricare Google Chrome fate click sul pulsante Scarica Chrome e poi su Accetta e installa. Quest’ultimo è uno tra i migliori web browser attualmente in circolazione ed offre un’ampia gamma di funzionalità grazie a migliaia di estensioni disponibili nel negozio ufficiale Chrome Web Store. Chrome si contraddistingue anche per la sua semplicità di utilizzo vista la presenza di un’unica barra degli indirizzi estremamente intuitiva.

Vista la semplicità di Google Chrome vi suggeriamo di provare questo famoso web browser dal momento che è anche disponibile sia per Windows che Mac OS. Una volta terminata l’installazione, vi suggeriamo di effettuare il login tramite il vostro account Google. Adesso, quindi, è arrivato il momento di andare ad installare l’add-on Dropbox per Gmail.

Installare Dropbox per Gmail

Dropbox per Gmail su Chrome Web Store

Schermata Dropbox per Gmail

Installare l’add-on è estremamente semplice visto che basta accedere alla pagina web dedicata e fare click sul pulsante Aggiungi. Il pulsante si trasformerà con la scritta Controllo in corso… e dopo pochi secondi fate click sul pulsante Aggiungi, che vi apparirà all’interno di una finestra. L’estensione potrà leggere e modificare tutti i dati sui siti web visitati, effettuare la lettura dei dati copiati e incollati e, infine, potrà comunicare direttamente con applicazioni native inter operative.

Una volta installata l’estensione Dropbox per Gmail, potrete aggiungere alle email tutti i contenuti conservati sul cloud. Ad esempio, sarà possibile aggiungere documenti, immagini, musica, video e molti altri file, anche se appariranno come link al file. Grazie a questo piccolo stratagemma potrete inviare allegati che superano la massima dimensione consentita dai vari servizi di email.

Terminata l’installazione dell’estensione, potrete gestire, disattivare o rimuoverla entrando all’interno del menu Strumenti e poi facendo click su Estensioni. Per disattivare un’estensione basta togliere il segno di spunta dall’opzione Attiva posta accanto al nome, mentre per cancellare basta fare click sull’icona del cestino.

Come funziona Dropbox per Gmail

Il principio di funzionamento di Dropbox per Gmail è estremamente semplice. Infatti, nella parte bassa della finestra di composizione del messaggio, tra il pulsante Invia e quello per attivare e disattivare le opzioni di formattazione, sarà visibile un pulsante con il simbolo di Dropbox. Facendo click su di esso, vi verrà aperta una finestra dalla quale effettuare login e, poi, una schermata in potrete scegliere quale file allegare al messaggio Gmail.

Ovviamente, per trovare il file desiderato in modo più veloce è possibile utilizzare un tool di ricerca dedicato. Allo stesso tempo, però, viene offerto un elenco dei file più recenti. Allegato il file e inviata la mail, il destinatario riceverà un’anteprima del file. A questo punto, per scaricare il file sul computer sarà necessario cliccare sul link. In questo modo, il destinatario potrà ricevere allegati che pesano svariate decine di giga-byte, senza incorrere nel classico superamento dei vincoli imposti dai servizi di web mail.