Presto Dropbox sarà presente all’interno di Office. Questo grazie alla collaborazione tra Microsoft e Dropbox, davanti all’evidente disagio degli utenti che spesso si trovano a dover eseguire diversi passaggi, ipotizzando la volontà di modificare il proprio documento salvato su Dropbox con Office. L’immagine però non inganni, perché il beneficio non sarà riservato ai soli utenti mobile, ma anche a quelli web e desktop, visto che Office potrebbe presto diventare lo strumento standard per modificare i propri documenti. Il maggior cambiamento sarà però percepito dagli utilizzatori di Office su iPad, per cui l’app Dropbox sarà aggiornata consentendo direttamente di collegare il proprio account alle applicazioni Word, Excel o PowerPoint.

A riportare la notizia è il sito statunitense The Verge, che riporta anche modifiche all’interno della stessa app Dropbox, che in un certo senso spingerà i propri utenti a modificare i documenti usando Office. Se nel dispositivo utilizzato, per esempio, non è installata nessuna app del pacchetto Office, verrà visualizzato un invito al download delle applicazioni necessarie ad aprire il file. Non dimentichiamo però che su iPad e Android è richiesto un abbonamento ad Office per modificare i documenti, e come suggerisce il sito USA, non ci sarebbe momento migliore per rendere il servizio gratuito, aumentando così esponenzialmente il proprio bacino d’utenza. Inoltre sarà possibile condividere i file Dropbox direttamente da Office, usando le funzionalità di sharing proprio di Dropbox.

Dropbox progetta di supportare Office Online direttamente nella sua web app già entro la prima metà del 2015. Per la modifica dei file Word, Excel e PowerPoint dovremo invece utilizzare Office Online come impostazione predefinita, con i salvataggi che verranno inviati direttamente a Dropbox. L’accordo farà effettivamente la fortuna di entrambe le parti, dato che sono oltre 35 miliardi i documenti salvati su Dropbox.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter

foto da comunicato stampa