E’ nato un vero e proprio gioiellino di tecnologia in grado di stupire e soddisfare tutti gli amanti dei selfie. Si chiama Nixie ed è il primo drone da polso. Presentato durante il concorso Make It Wearable, un concorso organizzato da Intel per favorire lo sviluppo di nuove tecnologie indossabili, il progetto è stato presentato da Christoph Kohstall, Jelena Jovanovic e Michael Niedermayr, che hanno ricevuto un premio di 50mila dollari per essere arrivati alla finale della competizione (scopri qui il primo drone di cioccolato).

Nixie appare proprio come un banalissimo braccialetto colorato che, indossato sul polso, non dà nessun’idea di essere, in realtà, un drone volante. Al suo interno contiene una videocamera volante che l’utente potrà lanciare in aria dando il via a una sorta di inseguimento: il drone partirà all’inseguimento del suo proprietario immortalando con fotografie scattate a raffica ogni singolo movimento dell’individuo per poi tornare al suo posto una volta che colui che indossa il braccialetto lo richiamerà all’ordine. Nixie, il drone che con le sue caratteristiche sembra un orologio alla 007, si può utilizzare in qualsiasi contesto: da una passeggiata nel bosco a un’arrampicata sulla cima più vertiginosa.

Un’innovazione che, anche se ancora in fase di prototipo, potrà sostituire totalmente le fotocamere degli smartphone utilizzate per lo più per scattare selfie. Non è ancora stato divulgato il prezzo ufficiale del drone, ma sicuramente si tratterà di cifre piuttosto elevate vista l’innovazione e la qualità del prodotto. Secondo le ultime notizie, Nixie usa un processore Intel Edison che funziona a bassa potenza, eliminando il problema di batterie troppo voluminose ma non dando garanzie sulla durata della carica. Durante il concorso è stato mostrato anche un video di presentazione del progetto. Eccolo.

Photo credit: screenshot video