Mi ricordo ancora i primi minivideo virali che Dropbox faceva girare al suo lancio. Si vedevano persone che mettevano oggetti in una scatola blu, poi si spostavano da un capo all’altro del mondo e ritrovavano i medesimi oggetti nelle stessa scatola blu. Solo che gli oggetti e la scatola blu erano del tutto virtuali: era la nascita del cloud per il grande pubblico del quale ora già si contano numerose alternative.

Ora scopro che ci sono dei ragazzi italiani (di Monteprandone in provincia di Ascoli Piceno) che hanno pensato di realizzare la stessa cosa ma nel mondo reale: la startup che hanno lanciato si chiama BoxOk.it e si racconta in tre parole proprio come il Dropbox delle cose.

Funziona così. Dopo essersi registrati gratuitamente al sito si può:

- Ordinare delle scatole di precise dimensioni (denomitate Box) e nel quantitativo necessario agli scopi di imballaggio; le scatole arrivano a casa gratuitamente.

- Riempire le scatole e prenotare il ritiro che avviene a domicilio; il ritiro è gratuito.

- Conservare gli oggetti nelle scatole all’interno dei magazzini BoxOk.it per quanto tempo si desideri; questa è un’operazione a pagamento che costa 4,95 € al mese per ogni Box.

- Ordinare la riconsegna delle scatole che avviene dove e quando si desideri; operazione a pagamento forfettario di 6,95 € (prezzo per riconsegna in Italia ma consegnano anche in Europa); i ritiri e le spedizioni avvengono tramite corriere espresso GLS quindi è possibile monitorare il tracking dei Box.

Al di là della curiosità di provare un servizio affascinante proprio perché lega il digitale (la gestione dei Box tramite interfaccia web e presto magari tramite app) al reale (i nostri oggetti personali), le applicazioni sono molteplici e basta solo sbizzarrirsi. Per esempio ci troviamo in vacanza con la valigia carica di roba e volo aereo di ritorno già prenotato ma non vogliamo rinunciare a fare acquisti in terra straniera? Usiamo BoxOk.it e il gioco è fatto. O a livello professionale quando dobbiamo affrontare una fiera: uno dei drammi che mi è capitato era di non sapere dove mettere il materiale tra documenti, depliant e biglietti da visita che si accumulano quando si gestisce uno stand espositivo.

Per i lettori di Leonardo.it c’è una promo con sconto del 25% collegandosi alla sezione a noi dedicata e utilizzando il codice Leonardo2013. Provatelo e fatemi sapere le vostre opinioni!