La domotica permette di di interagire con le nostre case, tramite app sviluppate per smartphone, tablet e computer. Ma come è possibile trasformare la propria casa in intelligente? Con un piccolo investimento è possibile ottenere un elevato risparmio nei consumi e gestire qualsiasi apparato da remoto, in modo semplice ed intuitivo.

Arduino

Quando pensiamo alla domotica, Arduino può essere considerato il primo prodotto da utilizzare per creare progetti di prodotti intelligenti. Alla Maker Faire, i principali makers al mondo hanno mostrato come sia possibile, con una semplice board e una buona dose di impegno, realizzare dispositivi intelligenti e che possano essere controllati da remoto. Arduino, quindi, si conferma la scelta ideale per tutti coloro che desiderano creare la propria smart home, a partire da zero.

Nest Learning

Quando si parla di domotica, uno dei principali punti di riferimento è il famoso termostato Nest, prodotto dall’omonima azienda. Il dispositivo in questione registra il comportamento dell’impianto di riscaldamento e si adatta alle vostre abitudini. Le potenzialità di questo prodotto hanno convinto anche Google, che ha investito 3,2 miliardi di dollari per rilevare l’intera azienda.

Viessmann Vitotrol

Se Nest permette di gestire in modo efficiente la temperatura della casa, l’app Vitotrol, sviluppata da Viessmann per iOS e Android, offre la funzionalità di accendere o spegnere da distanza l’impianto, impostare programmi di funzionamento dedicati, visualizzare parametri di funzionamento e molto altro ancora. Questa applicazione si rivela estremamente utile per gestire da remoto l’intero impianto di riscaldamento e rendere la casa ancor più intelligente.

BTicino MyHome Screen

Tutti coloro che hanno già realizzato un impianto sviluppato ad-hoc per la domotica possono abbinargli MyHome Screen 10, realizzato da BTicino un display multimediale che permette di gestire, con facilità, tutta la casa. Inoltre, se connesso al sistema videocitofonico, può essere utilizzato come videocitofono per gestire chiamate, aprire la porta e monitorare le telecamere. L’interfaccia grafica risulta essere semplice ed intuitiva, mentre le funzionalità offerte sono varie e si può accedere ad ognuna di esse tramite pochi passaggi. E’ possibile anche gestire le varie stanze e i vari ambienti, in base alle necessità delle persone che vi sono presenti. infine, MyHome Screen 10 permette di riprodurre contenuti multimediali, grazie alla porta USB e allo slot dedicato per SD Card.

photo credit: muffytyrone via photopin cc