Oggi i social network sono gli strumenti maggiormente consultati dagli utenti della rete per ritrovarsi online, condividere contenuti, informarsi. Talvolta, però, l’uso smodato dei social network ed in particolare di Facebook, può dare dipendenza. Come saperlo?Scoprire se si è dipendenti da Facebook è facile, basta rispondere con sincerità ad alcuni quesiti studiati da un’equipe di psicologi e studiosi che hanno messo sotto la lente d’ingrandimento coloro che senza il social network blu, proprio non ci sanno stare.

Quella da Facebook è una dipendenza che si costruisce in modi simili alla dipendenza da alcool e sostanze stupefacenti.

La psicologa Ceclie Schou Andreassen dell’università norvegese di Bergen, ha ideato un questionario di sei domande con risposte graduali, da “molto raramente” a “molto spesso”, che permetto di stabilire il livello di relazione tra una persona e Facebook.

Un legame che qualche volta può essere considerato appunto una dipendenza. Basta rispondere “spesso” o “molto spesso” ad almeno 4 domande su 6 per dire di essere “drogati” di Facebook. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sul Psychological Reports.

Il risultato è che risultano maggiormente dipendenti le persone giovani, quelle ansiose e socialmente insicure e le donne. Gli adulti, magari persone ambiziose e molto organizzate, invece, riesco a resistere alle tentazioni “sociali”.

Le domande? Semplici: passi molto tempo pensando a Facebook e a collegarti online per usarlo? Senti il bisogno di usare Facebook spesso e per lungo tempo? Usi Facebook nel tentativo di dimenticare i tuoi problemi personali? Hai cercato di ridurre l’uso di Facebook senza mai riuscirci? Ti agiti o diventi irrequieto se ti proibiscono di usare Facebook? L’uso di Facebook ha avuto ripercussioni negativi sul tuo studio o sul tuo lavoro?

A voi la parola.