Molte violazioni del diritto d’autore si producono in rete dove circolano copie non ufficiali di cd, film e anche di libri, soprattutto adesso che l’e-reader sta diventando una vera moda. Sta però facendo discutere un’iniziativa tedesca che oggi vi presentiamo. 

Immaginate di aver scritto un libro e di scoprire che online ce ne sono delle copie non autorizzate. E poi immaginate di essere una giovane esponente della politica tedesca, Julia Schramm che oltre ad avere soltanto 26 anni è anche parte del consiglio direttivo del Partito dei Pirati.

Ecco, la Schramm, mentre prende parte ai lavori della Camera bassa tedesca, ha avuto tempo di scrivere e pubblicare un libro che sta facendo discutere l’opinione pubblica non tanto per i contenuti quanto per i metodi di difesa del copyright. 

In pratica la Schramm, allontanandosi dalla linea del partito, ha deciso di difendere il suo diritto d’autore per il libro “Cliccami” pubblicato con la casa editrice Random House. Nel libro si parla di privacy e di gestione dei contenuti online.

Dopodiché la Random House ha trovato una copia PDF del libro pubblicata su un sito, senza autorizzazione. Ne ha chiesto immediatamente l’eliminazione e così si propone di fare per ogni altra replica “illegale”. Insomma, il copyright, anche secondo i pirati, non va abolito del tutto.