Dell ha annunciato l’imminente disponibilità di Sputnik 3, una terza variante del laptop con Ubuntu che installa un processore Intel di quarta generazione e – per la prima volta – monta un touch-screen: sarà disponibile anche in Italia, a partire dalla fine del mese. Rispetto al mercato statunitense, dov’è acquistabile sul web da $1,269.99, la succursale italiana impone di contattare un addetto alle vendite. Personalmente, trovo che questa limitazione nel nostro Paese sia inappropriata… specie perché all’estero non è richiesto.

Considerazioni commerciali a parte, il nuovo XPS 13 è un portatile dalle elevate prestazioni che può essere comprato con Haswell nelle varianti i5 o i7 a 2.6Ghz oppure 3.0Ghz che prevedono 8Gb di RAM e dischi rigidi da 128Gb o 256Gb. La risoluzione del monitor – rispetto alla seconda edizione del laptop – è invariata a 1920×1080 su Intel HD Graphics 4400 in 1,37kg di peso. Nonostante l’aggiornamento dei componenti e il touch-screen, lo Sputnik 3 ha subito un forte ridimensionamento del prezzo che è pari a circa duecento dollari.

Lo schermo da 13.3″ e Ubuntu 12.04 LTS sono i punti di forza del computer, che – appena sarà pronta – potrà beneficiare dell’unificazione delle interfacce desktop e mobile programmata da Canonical per l’aprile del 2014. La versione pre-installata del sistema operativo è una Long Term Release (LTS) a 64-bit per garantire la massima stabilità, ma nulla vieta all’acquirente d’aggiornarla a Saucy Salamander usufruendo dei sorgenti pubblicati da Dell su GitHub per includere i servizi in cloud computing. È un ottimo regalo di Natale.