Deezer ha comprato Stitcher: è una startup statunitense che mantiene una app gratuita per ascoltare canali radio on demand, podcast e notiziari su iPhone e Android. L’acquisizione porterà sul servizio di streaming – attivo anche in Italia – 35 milioni di tracce musicali e 35.000 nuovi show radiofonici, aumentando la competitività con Spotify e iTunes Radio il cui sbarco è dato per imminente nel nostro Paese. Stando al comunicato stampa l’applicazione originale non sarà ritirata da App Store o Google Play e resterà indipendente.

La popolarità di Deezer – complice l’attuale partnership con X Factor 8 – è in forte crescita nel nostro Paese. Stitcher Radio ha ricevuto ottime valutazioni dagli utenti di iPhone e Android, mentre il mercato dei podcast ha raggiunto un bacino d’utenza da 39 milioni di persone negli USA: il vantaggio dell’acquisizione è dovuto alla possibilità d’installare la app sui cosiddetti IVI (In-Vehicle Infotainment) compatibili con CarPlay per iOS e nel prossimo futuro su Android Auto. I nuovi sistemi audio delle automobili, in pratica.

Se Apple è in trattativa con le etichette discografiche, per abbassare il prezzo degli abbonamenti di Beats Music a $5, Deezer ottiene con Stitcher la prima app di podcast su Android che – per quanto riguarda iPhone – su iOS è seconda soltanto a iTunes. Le radio on demand, oltre a essere raggiungibili da oltre 50 modelli di automobili, sono destinate ad acquisire una diffusione ancora maggiore: un formato di musica in streaming che attrae sempre di più gli utenti e che potrebbe mettere in crisi persino la diffusione di Spotify.

screenshot da video