La cosiddetta decrescita felice è un argomento molto dibattuto, negli ultimi giorni, e l’open hardware propone diversi progetti per salvare il pianeta e fare la differenza: Shareable ne ha elencati dieci, uno dei quali abbiamo già incontrato nel recente passato. Sebbene la definizione, in Italia, sia riferita a un preciso gruppo d’associazioni e movimenti (anche politici), penso sia importante sostenere la decrescita – a prescindere dalle ideologie – per migliorare la qualità delle nostre vite. Ecco come fare con l’informatica.

  1. FarmBot – È un macchinario free e open source per preparare il suolo, seminarlo, fertilizzarlo e controllarne le proprietà con Arduino e Raspberry Pi.
  2. Precious Plastic – Un set di strumenti per avviare il riciclo della plastica e modellare nuovi prodotti dalla raccolta differenziata con la stampa 3D.
  3. WikiHouse – Un progetto modulare per creare abitazioni prefabbricate, recuperando il concetto dei classici mattoncini LEGO, con materiali sostenibili.
  4. Open Source Beehive – Uno schema per creare la propria arnia e aprire un allevamento di api utile a sostenere la crescita delle colonie in estinzione.
  5. Spark.io – Ne avevamo già parlato, perché è un’alternativa open source a Nest Labs: il termostato connesso a internet che è stato acquisito da Google.
  6. Public Lab – Un laboratorio di progetti per analizzare i big data dell’ambiente e prevenire o limitare il dissesto idrogeologico, con la condivisione.
  7. Lasersaur e Blackfoot – Due strumenti a basso costo e fai-da-te per effettuare dei tagli al laser di precisione in piccoli laboratori anche domestici.
  8. GEK (Gasifier Experimenters Kit) – Un’installazione sperimentale sulla trasformazione delle biomasse in energia che può essere acquistata o costruita.
  9. Zenman Energy – Un concentratore d’energia solare, costruito con una serie di specchi, da convogliare in impianti fotovoltaici o per il riscaldamento.
  10. The Tabby – Un piccolo veicolo elettrico open source per gli spostamenti a corto raggio, che è potenzialmente possibile assemblare in un’ora soltanto.

L’elenco delle risorse che possono aiutare ad acquisire una maggiore consapevolezza dell’ambiente e contribuire al miglioramento della qualità della vita, conducendo un’esistenza più sana, è inesauribile. Questi dieci progetti open hardware – di cui molti m’erano ancora sconosciuti – sono degli esempi virtuosi: che la stampa tridimensionale diventi o meno un fenomeno di massa con HP, le soluzioni per la internet delle cose si sprecano e tutti possiamo essere partecipi del cambiamento. È giusto una questione di volontà, insomma.

photo credit: bark via photopin cc