Le statistiche su Facebook sono numerose, alcune raccontano il numero degli iscritti al social network, altre invece descrivono l’uso che si fa di questo strumento multimediale. Abbiamo già visto che molte delle persone che hanno un social network, aggiornano la loro bacheca su Facebook e caricano foto quando sono anche davanti al televisore. Gli utenti di Facebook cioè sono multitasking.

Peccato però che chi ha un account su questo social network sia anche molto preoccupato della propria privacy, soprattutto dopo quello che è successo anche a Zuckerberg.

Il fatto è che su Facebook ci si collega non solo per fare amicizia ma anche per tenersi aggiornati attraverso una pseudopartecipazione attiva, tramite gruppi e pagine dedicati ad argomenti di attualità.

Chissà allora come avranno reagito gli utenti italiani all’annuncio del lancio della Timeline per la quale Facebook ha accusato un po’ di ritardo. In Italia la Timeline è stata lanciata con il nome di Diario.

Finora il social network conservava memoria delle azioni compiute negli ultimi quindici minuti. Adesso sarà costruito una specie di diario dall’ingresso nel mondo di Facebook, fino all’ultima operazione compiuta. Per questo è stato dato qualche giorno agli internauti per pulire i profili delle informazioni che non si vogliono sharare.