Puntuali come sempre, anche in questi primi giorni del nuovo anno sono arrivati i dati sulla distribuzione di Android per Gennaio 2013. Il periodo natalizio con acquisti e aggiornamenti software ha cambiato un po’ le carte in tavola, nessuna rivoluzione sia chiaro, ma alcuni interessantissimi passi avanti.

La miglior notizia dell’intero report è il calo della diffusione dei dispositivi con Gingerbread che passa da un 50.8% a un  47,6%, in crescita come da previsione Ice Cream Sandwich che passa da un 25.7%  a un 29,1%  e infine Jelly Bean compreso di (Android 4.1 e 4.2) passa dal 6,7% al al 10,2%. Le vecchie versioni incominciano piano piano a sparire, il primo ad abbandonare questo grafico è stato Cupcake, che verrà seguito a ruota da Donunt probabilmente già dal prossimo mese.

Finalmente un po’ di modernizzazione seppur a rilento. I numeri di Ice Cream Sandwich e Jelly Bean sono piuttosto incoraggianti anche se non ancora all’altezza di Gingerbread che da questa classifica potrebbe scomparire approssimativamente tra cinque anni. La frammentazione di Android è una delle principali cause della suo non totale successo, ne ho parlato in relazione alla mossa di Google che aveva provato a ridurre la frammentazione con una clausola nel SDK, nel post Contro la frammentazione non basta una clausola nel SDK. Speriamo solamente che ora Google, a partire da Key Lime Pie, adotti assieme ai maggiori produttori una nuova politica per gli aggiornamenti altrimenti ogni mese saremo qua a discutere di quanto la frammentazione limiti lo strapotere di Android.

//