Grande rivoluzione nel mondo Android. Cyanogen, in difficoltà da molti mesi, ha annunciato che a partire dal prossimo 31 dicembre terminerà ogni sua attività. Questo significa che non saranno più sviluppate nuove ROM e che le attuali non saranno più aggiornate. Una rivoluzione che riguarderà da vicino anche il progetto CyanogenMod caro a molti sviluppatori ed utenti che fortunatamente non morirà. Da chiarire un aspetto: Cyanogen e CyanogenMod non sono esattamente la stessa cosa. Cyanogen è un’azienda che aveva come obiettivo quello di competere con Google realizzando un sistema operativo, CyanogenOS, basato sempre su Android.

CyanogenMod, invece, è una community che sviluppata il codice sorgente di CyanogenOS per offrire ROM non commerciali agli utenti. Una doppia pista che per un periodo ha avuto successo sino alla recente ristrutturazione aziendale che vede Cyanogen puntare, adesso, a prodotti e servizi da offrire agli OEM.

Con la rivoluzione industriale portata avanti da Cyanogen, CyanogenMod ha perso ogni tipo di supporto ma gli sviluppatori non hanno voluto rinunciare al progetto rimboccandosi le maniche per ripartire quasi da zero con il nuovo LineageOS. Da capire, a questo punto, come sarà il nuovo sistema operativo, quanti dispositivi supporterà e da dove arriveranno i fondi necessari per il progetto. I soldi, infatti, saranno raccolti mediante donazioni ma è tutto da scoprire se basteranno per supportare una nuova piattaforma che dovrebbe, nelle intenzioni, abbracciare tutti i dispositivi supportati da CyanogenMod.

Nel corso delle prossime settimane sicuramente arriveranno maggiori dettagli di un progetto molto interessante quanto estremamente ambizioso e complesso.