Microsoft e Cyanogen hanno siglato una partnership che permetterà all’azienda di Redmond di introdurre le applicazioni e i servizi all’interno di Cyanogen OS. Bing, Skype, OneDrive, OneNote, Outlook e Microsoft Office verranno introdotti all’interno di una delle future release di Cyanogen, verso la fine di quest’anno.

Dopo l’accordo siglato con Samsung, Microsoft prosegue nell’introdurre i propri servizi e applicazioni all’interno del mondo Android, siglando contratti con produttori hardware e software. Adesso, Microsoft ha siglato un’importante partnership con Cyanogen che permetterà di integrare nativamente le app dei principali servizi e software dell’azienda di Redmond in Cyanogen OS.

Queste integrazioni native permetteranno a Microsoft di aumentare la propria presenza nel mondo Android, cercando di far allontanare l’utenza dai servizi offerti da Google, mettendo una presenza importante all’interno del sistema operativo più diffuso al mondo. Inoltre, Microsoft ha recentemente sperimentato un’applicazione denominata Next Lock Screen, che punta a rimpiazzare la classica schermata di blocco presente in Android.

La nuova partnership di Microsoft con Cyanogen è un segnale importante. In questo modo, è possibile avere un potenziale bacino di utenza estremamente ampio riducendo progressivamente la “dipendenza” degli utenti dai servizi offerti da Google. Infatti, grazie a Bing, Skype, OneDrive, OneNote, Outlook e la suite Microsoft Office, l’azienda di Redmond possiede tutte le carte in regola per far concorrenza al colosso di Mountain View.

Ricordiamo, infine, che l’accordo tra Cyanogen e Microsoft era stato anticipato da quello di Samsung, ma allo stesso tempo Dell sta pianificando di introdurre Office e tutte le altre applicazioni Microsoft all’interno dei propri dispositivi. Anche il debutto di nuove versioni delle app Office su iPad hanno rappresentato un punto strategico per il nuovo CEO Satya Nadella, che desidera ampliare sempre di più il raggio d’azione di Microsoft.