Alcuni videogiochi possono aiutare nella cura degli stress post traumatici. Tra i game che hanno un indiscusso potere in questo senso c’è il Tetris. Vediamo di capire perché.

La comunità scientifica fino a questo momento era sempre stata scettica nei confronti di quanti proponevano alcuni game per la cura di patologie particolari. Si era soltanto visto che molti pazienti, colpiti da traumi e poi da stress post traumatici, potevano trovare beneficio giocando con il Tetris che determina un’interazione con la dimensione spaziale.

Una conclusione suffragata da uno studio presentato durante la conferenza annuale della British Psychology Society. Alcuni videogiochi con peculiarità visivo spaziali, infatti, possono lenire le esperienze legate a flashback, ricordi spiacevoli e altri sintomi.

I flashback, spiegano Lalitha Iyadurai ed Ella James della Oxford University, non devono essere intaccati. Piuttosto c’è necessità di rielaborarli, prima che provochino irritabilità, nervosismo e crisi di panico.

Chi ha giocato a Tetris, come terapia, ha riferito di avere avuto in seguito un minor numero di flashback. Tutto si spiega considerando che giocare alla formazione di blocchi “spaziali”, aiuta nella formazione dei ricordi traumatici.

Non è ancora una terapia affermata ma sulla scia della cura per immagini che si fa sfruttando le sequenze dei film, si potrebbe pian piano giungere ad ottimi risultati.