Per i programmatori interessati a realizzare videogiochi, Microsoft mette a disposizione due piattaforme molto potenti che offrono agli utenti ambienti di sviluppo potenti, flessibili e per quanto possibile facili da utilizzare. Questi strumenti sono Unity e Visual Studio. Il primo è un motore per lo sviluppo che permette di creare videogiochi ed esportarli per più piattaforme sia desktop che mobile. Infatti, il motore Unity è integrato in una piattaforma eccezionale per la creazione di giochi 2D e 3D e di contenuti interattivi. Gli sviluppatori, poi, possono creare una sola volta e pubblicare i giochi in 21 piattaforme, incluse tutte le piattaforme mobili, WebGL, Mac, computer desktop Windows e Linux, Web o console.

Visual Studio, invece, è la piattaforma di sviluppo principe di Microsoft con cui realizzare applicazioni sia per Windows (applicazioni universali comprese) che per altre piattaforme sia desktop che mobile. Visual Studio offre un’esperienza di debug di qualità elevata per il motore di giochi Unity. Gli sviluppatori possono identificare rapidamente i problemi eseguendo il debug dei giochi Unity in Visual Studio, in modo da impostare punti di interruzione e valutare variabili ed espressioni complesse.

Per realizzare i giochi, dunque, gli sviluppatori dovranno utilizzare entrambe le piattaforme in quanto Unity prevede l’esportazione del progetto come soluzione per Visual Studio. Sarà poi proprio da Visual Studio che gli sviluppatori potranno finalizzare i pacchetti delle app da pubblicare all’interno dei diversi market.

L’accoppiata Unity e Visual Studio è molto potente. Già molte software house hanno utilizzato questi strumenti per realizzare i loro giochi di maggiore successo. Per esempio, la software house Rovio (che ha creato Angry Birds) ha utilizzato Unity per il gioco Bad Piggies.

#dilloalfuturo

#dilloalfuturo è l’hashtag che accompagnerà gli utenti verso l’evento Microsoft Future Decoded di Roma del prossimo 12 novembre. Ogni messaggio caricato sui social network con l’hashtag #dilloalfuturo sarà un messaggio che sarà portato direttamente in casa Microsoft, trasformandolo in un piccolo tassello di futuro. La community è parte attiva e Nadella è a Roma per ascoltare: #dilloalfuturo è il canale diretto a disposizione di tutti.