Microsoft, presentando Continuum, una speciale funzionalità dedicata a Windows 10 Mobile che trasforma lo smartphone in un vero e proprio PC, ha mostrato un’anteprima di quello che riserverà il futuro e cioè che non sarà più necessario disporre di un PC e di uno smartphone perché per lavorare, giocare e passare il tempo basterà un solo dispositivo. La casa di Redmond ha deciso quindi di regalare in anteprima ai suoi clienti uno spicchio di futuro concentrando nei suoi nuovi smartphone una tecnologia rivoluzionaria in grado di fare la differenza.

Continuum, inizia l’era del post pc

In effetti, Apple fu la prima a tentare di soppiantare l’uso dei PC annunciando l’inizio dell’era “post pc” durante la presentazione del suo primo iPad. In realtà, Cupertino è riuscita a dare solo una spallata offrendo una piattaforma valida per molti utilizzi ma non così completa da consentire di sostituire completamente un computer vero e proprio. Altre aziende dopo di lei, come Motorola, hanno provato a realizzare la loro visione di futuro presentando dispositivi mobile in grado di sostituirsi ai PC tradizionali ma in tutti i casi si trattava di surrogati che hanno avuto poco successo.

Microsoft, con Continuum, invece, non è scesa a compromessi offrendo ai suoi utenti un vero e proprio PC da tenere sempre in tasca da potersi utilizzare per ogni necessità senza filtri o limitazioni.

Continuum, come funziona

Il segreto di Continuum è Windows 10, la nuova piattaforma di Microsoft che grazie alla sua flessibilità permette di adattarsi non solo ad ogni tipologia di hardware ma anche ad ogni grandezza di schermo. Questo significa che collegando uno smartphone Windows 10 Mobile ad uno schermo, l’interfaccia del sistema operativo si espanderà e si adatterà automaticamente al nuovo ambiente. In altri termini, gli utenti si troveranno di fronte la classica interfaccia di Windows 10 per PC con tanto di menu Start.

Lo smartphone a quel punto diventerà il cuore pulsante di un mini PC vero e proprio attraverso il quale gli utenti potranno lavorare o passare il tempo come se utilizzassero un PC classico. Anche le applicazioni universali di Windows 10 nascono con la possibilità di adattarsi ai diversi ambenti. Questo significa che gli utenti potranno godere di un’esperienza di navigazione completa grazie al nuovo browser Edge, dell’interazione con l’assistente virtuale Cortana, della gestione dei file sul cloud con OneDrive, della possibilità di comunicare con Skype e di tanto altro ancora. Chi necessita di lavorare, potrà tranquillamente aprire ed editare i documenti attraverso l’app Office Mobile.

Inoltre, grazie al rinnovato Windows Store, gli utenti potranno scaricare tutte le applicazioni universali che desiderano che potranno utilizzare anche in “modalità PC”.

Collegare uno smartphone Windows 10 Mobile non solo ad un monitor ma anche ad una tastiera e mouse sarà molto semplice grazie ai dock che i costruttori venderanno a parte.

Con Continuum il futuro inizia quindi ora, mostrando come Microsoft sia tornata a voler innovare per offrire ai suoi utenti qualcosa di nuovo ed esclusivo. In futuro, probabilmente, Continuum potrà diventare il baricentro di tutti i nuovi prodotti di Microsoft e della vita di tutti i giorni.

#dilloalfuturo

#dilloalfuturo è l’hashtag che accompagnerà gli utenti verso l’evento Microsoft Future Decoded di Roma del prossimo 12 novembre. Ogni messaggio caricato sui social network con l’hashtag #dilloalfuturo sarà un messaggio che sarà portato direttamente in casa Microsoft, trasformandolo in un piccolo tassello di futuro. La community è parte attiva e Nadella è a Roma per ascoltare: #dilloalfuturo è il canale diretto a disposizione di tutti.