Consumer Reports ci “ripensa” e cambia il suo giudizio sui nuovi MacBook Pro di Apple da bocciati a consigliati. Come noto, Consumer Reports aveva testato i nuovi portatili di Cupertino rilevando pesanti problemi di autonomia e per questo li aveva bocciati sconsigliando il loro acquisto. Una bocciatura clamorosa che non aveva, però, scomposto di una virgola Apple che dopo aver analizzato i test ha scoperto che Consumer Reports aveva attivato alcune funzioni nascoste del browser Safari che avevano causato le anomalie dei consumi (era stata disattivata la cache del browser).

Consumer Reports ha, dunque, deciso di ripetere i test dopo quanto scoperto ad Apple, aggiornando anche il sistema operativo all’ultima release, ottenendo risultati ben diversi dalla prima tornata. Le nuove analisi, infatti, hanno permesso di misurare una buona autonomia dei portatili che su un modello è arrivata sino a 18,75 ore. Le analisi di laboratorio, dunque, hanno confermato i dati ufficiali rilasciati da Apple per i suoi MacBook Pro.

Dunque, dopo attenta analisi e dopo aver rivisto i test, Consumer Reports ha deciso di cambiare il suo giudizio arrivando a consigliare l’acquisto dei nuovi MacBook Pro di Cupertino. I nuovi test si sono focalizzati su tre modelli di MacBook Pro, due da 13 pollici (uno con Touch Bar, l’altro senza) ed uno con schermo da 15 pollici e Touch Bar.

Consumer Reports aggiunge, inoltre, che è consigliabile scaricare l’ultima patch correttiva rilasciata da Apple attraverso il programma Apple Beta Software che migliora sensibilmente l’autonomia. Per installarla è necessario altresì disporre anche di macOS Sierra versione 10.12.3 Beta (16D25a). Per chi non volesse pasticciare con le versione beta non dovrà fare altro che attendere il rilascio ufficiale dell’aggiornamento che non dovrebbe tardare molto.