Condomani trasforma i condomini in un affare sociale. La start up calabrese che andremo a presentare, ha divulgato un progetto molto interessante che sfrutta la socialità delle tecnologie moderne per far risparmiare i condomini. Ecco come.

I condòmini che devono discutere sempre di numerosi argomenti e che spesso non prendono parte alle assemblee di condominio, dovranno trovare comunque un metodo per sentire l’opinione di tutti e non cadere dalle nuvole davanti ad una decisione della maggioranza.

Per loro è stato pensato Condomani, una scommessa che è alla base di una start-up calabrese. Il progetto è quello di divulgare il software come un service che “trasforma il condominio in un social network”. Uno spazio in cui ci si confronta senza richiedere sempre e subito l’intervento dell’amministratore.

Un modo per snellire la vita condominiale ma anche per risparmiare molti soldi nella gestione della cosa comune. Fino a questo momento Condomani è n prodotto di Oktago. Questa start up è guidata da un giovane ingegnere del 1985 che ha presentato il progetto in occasione del Techgarage organizzato da dPixel.

Lanciata il 14 febbraio, Condomani ha già 700 iscritti e non è escluso che sia all’orizzonte il futuro commerciale dell’applicazione. A questo punto la domanda è: perchè non scegliere Condomani se si può risparmiare tempo ed evitare lo spreco di denaro?