PayPal è la piattaforma di pagamenti più utilizzata dalla rete. Erroneamente, molti pensano che la piattaforma sia completamente gratuita, invece esistono delle precise tariffe in base all’operazione portata a termine. Pagare è gratuito in euro. Quando però si compra in una valuta diversa dalla propria PayPal applica una tariffa per la conversione. Gli utenti potranno verificarla prima di completare il pagamento. Quando si vende si paga solo una tariffa per transazione: non ci sono costi di registrazione, né canoni mensili.

Con carta o con saldo PayPal, pagare è gratuito quando si compra in euro. È il venditore che paga una tariffa. Più si vende e meno si paga. Gli utenti possono accettare la maggior parte dei metodi di pagamento da oltre 188 milioni di clienti in tutto il mondo. Pagheranno solo quando riceveranno il denaro sul conto PayPal. A seconda del volume di vendite, PayPal applica tariffe per la ricezione dei pagamenti dall’1,8% al 3,4% sul totale delle vendite e 0,35 euro per transazione.

Inviare denaro ad amici e familiari è gratis per l’utente ed il destinatario se si usa il saldo PayPal. Si può usare anche usare la carta collegata al conto PayPal pagando, però, una tariffa (fino al 3,4% + 0,35 euro per transazione). Tariffa di ricezione pagamenti internazionali compresa tra lo 0,4% e l’1,8%. In caso di utilizzo di una carta è prevista una tariffa fino al 5,2% + 0,35 euro. Le tariffe variano in base al Paese di destinazione.