State cercando di cambiare lavoro già da un po’ ma non riuscite a trovare quello che fa per voi. Certo, le situazioni politica e lavorativa attuali, impongono di rimboccarsi le maniche e darsi da fare. Voglio quindi mettere a vostra disposizione la mia piccola esperienza su come cercare lavoro grazie ai social network e ad alcuni servizi web che vi aiuteranno a rendere la mission meno impossible di quanto pensiate.

Punto uno. Cosa volete fare da grandi? Pensate a quello che vi riesce bene e a quello in cui avete maggiore esperienza. Buttate giù un curriculum di una pagina, sì avete capito bene, una sola pagina Word, in cui indicate i risultati raggiunti, in poche parole, spiegate come avete contribuito positivamente con il vostro lavoro alla crescita delle aziende per cui avete lavorato. Scrivete poi i titoli di studio conseguiti, le conoscenze informatiche e linguistiche. Punto. Se potete, documentate con link, referenze, etc. Niente di falso, aggiungete solo quello che vi porta veramente valore. Niente fronzoli.

A questo punto siete pronti per il punto due. Aprite un account su Linkedin , date vita al vostro profilo basandolo sul curriculum vitae che avete scritto prima. Cercate ex colleghi ed ex responsabili con cui siete rimasti in buoni rapporti e chiedete loro di scrivervi delle referenze.

Punto tre. Se avete già in testa nomi di aziende per le quali vorreste lavorare, cercatele su Linkedin Company e iniziate a seguirle cliccando su follow. Controllate che abbiano annunci di lavoro attivi nel loro profilo aziendale. Tenere annunci attivi su Linkedin costa, quindi, difficilmente le aziende lo faranno se non stanno realmente cercando nuovo personale, a differenza degli annunci pubblicati sui siti web delle aziende stesse, dove è quasi d’obbligo lasciare almeno un paio di annunci sempre attivi per far vedere che l’azienda è viva.

Avreste mai pensato che anche Google vi sarebbe corso in aiuto nella ricerca dell’impiego ideale? Bene vi dò un’altra dritta, arriva il punto quattro. Conoscete il servizio Google Alert?
Scrivete nella query di ricerca la keyword che vi identifica professionalmente, in genere risponde alla domanda: che lavoro fai? + lavoro o annuncio o cerco. Nel campo tipo di risultato scegliete tutto e frequenza occasionalmente, cioè non appena Google rileva un testo sul web che contiene quella keyword vi invia una e-mail per avvisarvi. In questo modo, Google lavora per voi come recruiter.

Punto cinque. Twitter. Aprite il motore di ricerca interno di Twitter e scrivete queste keyword: cerco vostra professione oppure annunci vostra professione. Troverete un po’ di annunci che vi avrà proposto anche Google, ma ci sarà anche qualcosa di nuovo che arriva dal passaparola social.

In bocca al lupo ragazzi!

photo credit: Ed Yourdon via photopin cc