Twitter non c’entra nulla con Facebook. Quindi se avete aperto un account su Twitter evitate di scrivere quello che postereste su Faccialibro. Se dunque avete aperto questo benedetto account e non ci avete capito molto, ecco qualche dritta per orientarvi.

1- Mettete una foto e scrivete la vostra bio, se no apparite come un fake;

2- seguite le persone simili a voi, ma non pretendete che vi seguano. Se non lo fanno, potete defollowarle e inserirle in una lista di persone che volete comunque tenere d’occhio;

3- per rivolgervi a una persona dovete citarla con @suonome, mentre per intervenire in una discussione a tema dovere usate #tema. Nei TT (trend topic) trovate gli argomenti più discussi. Esistono anche hashtag ricorrenti come #sapevatelo #lol #fail #ff (follow friday, usato di venerdì per suggerire a chi vi segue altri account da seguire);

4- non usate mai i 140 caratteri che avete a disposizione per ogni post. Se ne usate di meno la gente può re-twittare (ripubblicare) il vostro post aggiungendo un commento (quindi: commento RT @silviogulizia leggete le mia guida a #twitter);

5- per inviare un DM (messaggio diretto, cioè privato) a una persona è necessario che vi seguiate vicendevolmente.

Ricordatevi che Twitter è sempre più vicino a uno strumento di informazione che a un social network. O meglio, è un social network al cui centro ci sono le informazioni. Quindi postare un link a una cosa interessante o divertente fa di voi un utente interessante o divertente.

Siccome poi tutti vogliamo avere un numero alto di persone che ci seguono, ecco la guida per aumentare i tuoi follower.

Avvertimento: non postate “@silviogulizia ciao” pensando di iniziare una chat. In Twitter non c’è la chat. Ora se vi è piaciuta la guida twittatela e seguite Hi-Tech Leonardo.

photo credit: @cdharrison via photopin cc