Negli scorsi giorni ho letto su Aerogramstudio un post molto interessante sulle regole dello story-telling utilizzate dai creativi di Pixar. Subito mi è venuto in mente Steve Jobs e l’aneddoto in cui rivolgendosi a un suo ex dipendente dei tempi di NeXT spiegava perché le persone più importanti del mondo sono gli story teller. Ecco dunque che ho subito pensato a come piegare al blogging, così come ai post dei social network, le regole dei creativi di Pixar, l’azienda che il buon Steve trasformò da uno scarto di Spielberg in un ramo fondamentale di Disney.

  1. Ammiri un personaggio molto di più per quello che prova a fare che per quello che fa. In quello che scriviamo dovremmo sempre tenerlo presente, cercando di raccontare le storie più che i risultati.
  2. Alle fine tutti scriviamo per quelli che ci leggono più che per noi stessi. Quindi dobbiamo metterci in mente che dobbiamo trasformare la nostra storia in qualcosa di utile per gli altri, foss’anche solo intrattenimento.
  3. Non sai mai davvero quello che stai scrivendo fino a quando non l’hai scritto. Quindi poi riscrivilo.
  4. C’era una volta, ogni giorno, un giorno, a causa di questo, a causa di questo, finalmente. La struttura perfetta di ogni storia, post, articolo, vita…
  5. Semplifica. Focalizzati. Combina i personaggi e le storia. Ti sembrerà di perdere qualcosa, ma alla fine sarai libero.
  6. In cosa i tuoi lettori sono fortissimi? Trovo l’opposto, parlagli di quelle cose che li fanno impazzire, scrivi di ciò che ignorano, non di ciò che sanno o possono leggere altrove.
  7. Pensa al finale. Fin dall’inizio. Tutto ciò che sta in mezzo viene dopo.
  8. Metti da parte le cose che ti piacciono. Sono parte di te. Ti torneranno utili prima o poi e se non saprai come trovarle te ne pentirai. È per questo che continuo imperterrito a usare strumenti come Pinboard e Instapaper.
  9. Scrivi da qualche parte tutte le idee che ti vengono in mente. Io ho iniziato a usare Clear, un’app per la to-do list tanto bella quanto inutile a livello professionale, per fare questo.
  10. Quando non sai più cosa scrivere, fai una lista delle cose che non scriverei. È una cosa che stimola cervello.
  11. Scarta la prima cosa che ti viene in mente. E anche la seconda, la terza, la quarta e la quinta. Sono tutte cose banali. Cerca la tua idea in profondità. Vale per il cosa scrivere così come per il come, l’attacco soprattutto.
  12. Se fossi tu il lettore cosa faresti giunto a questo punto? Serve un link? Mettilo. Vuoi vedere il video: embeddalo. Sei curioso delle foto? Gallery.
  13. Prendi esempio dalle cose che non ti piacciono per evitare di farle anche tu.
  14. Perché dovrei fare come dici tu o essere d’accordo con te? Giustificati. Sempre
  15. Qual è l’essenza della tua storia? La morale delle favola? No, perché, se no, che hai scritto a fare?