A chi non è mai capitato di dover cambiare televisore e non avere assolutamente idea di cosa scegliere? Beh, anche se non a tutti, a me è capitato, e devo ammettere che qualche anno fa scegliere una TV sarebbe stato molto più semplice, anche se qualitativamente diverso. Mi spiego, sino a 3-4 anni fa, la tecnologia delle televisioni era sì in evoluzione, ma senza l’invasione di tecnologia 3D e Smart TV la scelta più grossa era tra TV LCD e TV al plasma, e risultava abbastanza veloce in base alle esigenze.

Oggi invece le cose sono parecchio cambiate, ed ogni giorno ci troviamo di fronte nuove Smart TV con caratteristiche e funzioni che gran parte di chi usa la televisione non userà mai, come la connettività ad internet o la tecnologia 3D, perché diciamocelo, è più ampio (almeno per ora) il numero di utenti che utilizza la TV in maniera classica, senza smanettarci più di tanto. Esempio di queste nuove TV è la l’UHD Curved di Samsung, che possiamo vedere nella gallery sottostante.

Tornando al discorso, molto spesso andando in un negozio per scegliere una nuova TV, ci troviamo davanti a caratteristiche per niente chiare, numeri su numeri, senza in realtà capirci granché. Vediamo quindi quali sono i fattori da considerare per la scelta di una televisione, e quelli su cui dovremmo concentrare le domande a chi ce la vuole vendere. Innanzitutto il prezzo, e dunque avere più o meno un’idea sulla spesa che vogliamo effettuare, per fissarci in una fascia. Secondariamente la dimensione, che spesso dipenderà dallo spazio che abbiamo a disposizione per la sua sistemazione.

Dopo i parametri logistici viene il turno di chiarirsi le idee e pensare oggettivamente all’utilizzo che facciamo della TV. Per me, per esempio, la televisione non è eccessivamente importante, se non per qualche particolare programma, e ovviamente per collegarci la PlayStation, la cosa per cui la uso di più. In questo caso, per esempio, io non comprerei mai una Smart TV, per il semplice motivo che non utilizzerei se non di rado quelle funzioni, ed mi basterebbe anche una TV di qualche anno fa, dotata di ingresso HDMI. Bisogna dunque capire cosa si cerca, per evitare di andare magari a spendere centinaia di euro per una TV che non sfruttiamo.

Altri fattori, poi, sono ovviamente da considerare, tra cui il contrasto della TV, la risoluzione e dunque il suo essere HD Ready o Full HD, l’illuminazione del luogo in cui sarà posizionata, da cui dipende in parte la scelta tra plasma e LCD.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter

photo credit: vernieman via photopin cc