Servizi come Instapaper, Evernote e Pinboard hanno sicuramente migliorato la mia vita, come quella di molti di voi, ma a lungo andare non hanno risolto il problema per cui erano nati: aiutarmi a leggere tutto quello che vorrei leggere, mettendolo da parte e consumandolo a mio piacimento. Il fatto è semplice: grazie, o per colpa di questi servizi, metto da parte tutti i giorni diversi articoli da leggere, ma non sempre riesco a consumare tutto. Diciamo che un 30 per cento mi avanza sempre e piano piano si accumula. Un modo per risolvere il problema è utilizzare app che ti aiutino a leggere più velocemente. Questa settimana sull’App Store è in distribuzione gratuita, come app della settimana, ReadQuick.

ReadQuick è un ottimo strumento per leggere velocemente tutti quegli articoli rimasti da parte a fine giornata e a cui non abbiamo intenzione di dedicare parecchio tempo, ma solo vogliamo sapere effettivamente quello che c’è scritto dentro. Ognuno di noi legge mediamente 240 parole al minuto, ma tramite ReadQuick possiamo arrivare fino a 800. Il trucco? Semplice: focalizzarsi su una parola alla volta. ReadQuick prende il testo che abbiamo scelto di leggere e fa proprio questo: ce lo propone parola per parola, rallentando la velocità in caso di parole particolarmente lunghe.

L’app, che normalmente costa 8,99 euro, integra Instapaper, Readability e Pocket, ma consente anche di importare testi dall’url salvato negli appunti e offre una sezione con articoli prelevati da alcune testate Internet, come per esempio TechMeme.

L’app non ha tutte le funzioni di Outread, di cui vi ho già parlato, ma se non siete professionisti della lettura in questa modalità può rappresentare un’ottima app. La principale differenza far le due è che Outread ti mostra tutto il testo, evidenziando le due o tre parole da leggere di volta in volta, mentre QuickRead ci mostra davvero una parola alla volta. Né QuickRead né Outread funzionano sul web però: per quello potete usare Squirt , un servizio che fa la stessa cosa, ma la fa via web e quindi funziona sia su desktop che su mobile. Squirt però non integra alcun servizio.