Chiamare un tool che ti impedisce di navigare su Facebook Self Control è quanto meno bizzarro, perché se hai bisogno di una cosa del genere significa che non riesci a controllarti. Io però oggi quest’app l’ho scaricata e provata, chiedendomi se ne avevo bisogno. La risposta è stata sì, perché nel mio Mac ci sono notifiche a pioggia da mail, Facebook, Twitter e via dicendo. Quando scrivo però ho bisogno di non essere distratto, altrimenti articoli e post vengono male e ci metto il doppio del tempo a farli.

Ho provato diverse soluzioni, ma questa di Self Control mi pare molto interessante. Ammetto che non la conoscevo, me l’hanno suggerita ieri. Self Control è una semplice app gratuita per Mac, ma ne esistono porting per Windows e Linux perché il progetto è open source. Ti permette di bloccare tutti i siti che vuoi così come i server mail (quello che trovate scritto nei dettagli dell’account mail, che per esempio per gmail è i map.gmail.com).

Avevo provato altri tool simili, ma questo è davvero tosto. Una volta partito non puoi più sbloccare il sistema, né eliminando l’app né riavviando il Mac. Questo perché di fatto Self Control modifica il file /etc/hosts del tuo computer quando parte e quando termina. Certo, puoi modificarlo tu a mano, ma devi sapere come farlo ;)

Unica pecca continuano ad arrivare le notifiche di Facebook e Twitter, ma stopparle togliendo la spunta in cima al centro notifiche. Però anche se arrivano non puoi consultarle, quindi tanto vale. Questo unito a do no disturb dell’iPhone mi permette di concentrarmi sul lavoro quando ne ho necessità.

Se siete interessati a strumenti del genere vi consiglio di dare un occhio al post di Marco Usai su come aumentare la produttività con luce e temperatura e al mio sui trucchi per essere più produttivi.