L’Acceleratore d’Impresa del Politecnico di Milano ha aperto le iscrizioni (fino al 5/3) a Switch2Product, concorso lanciato per trovare idee sulle quali creare una startup o costruire un prodotto innovativo. Si tratta di una delle competizioni più interessanti per chi si affaccia oggi sul mondo del lavoro, perché permette di mettere in gioco le proprie idee e provare a realizzarle con l’ausilio di persone e strutture in grado di accompagnare l’aspirante imprenditore all’interno di un ambiente, quello delle startup, non così semplice come lo dipingono i giornali. Se avete dei dubbi su cosa sia una startup e perché valga sempre la pena provarci leggete il post linkato.

Si tratta della seconda edizione del concorso sponsorizzato da Microsoft Italia. Per partecipare non è necessario alcun business plan né una struttura manageriale. L’unica cosa richiesta è un’idea che possa essere proposta a livello internazionale e in grado di stare sul mercato per generare business. Un’idea però non è fatta solo di parole: sempre meglio che dietro ci sia un minimo di studio e preparazione e in questo caso possono tornare utili i software per startup che ha suggerito l’altro giorno Federico. E non dimenticatevi di testare l’idea con qualcuno prima di proporla: avrete così maggiori possibilità di essere scelti fra i tre vincitori che saranno decretati il 20 marzo.

In caso di successo, gli innovatori selezionati verranno aiutati a valutare se realizzare il proprio prodotto con realtà già presenti sul mercato o se ci siano le condizioni per costruire su questo un’azienda. A quel punto l’Acceleratore del Politecnico sosterrà lo startupper nel lancio del proprio progetto.

La competizione non è limitata agli studenti del Poli, ma può partecipare qualunque singolo o gruppo composto da un massimo di cinque elementi. Unico vincolo, pena l’esclusione, l’idea non deve essere stata presentata in pubblico prima della partecipazione al concorso. Può però essere stata oggetto di tesi di laurea o di pubblicazioni scientifiche.

Per i vincitori, oltre a un periodo di pre-incubazione gratuita, è prevista anche l’ammissione al programma BizSpark di Microsoft.