Disconnect è un tool molto utile se passate parecchio tempo sul web. Sostanzialmente blocca le connessioni di siti terzi quando visitate un determinato dominio. Ogni collegamento a siti esterni per pubblicità, social network, tracciabilità o raccolta dati prevede infatti una connessione e uno scambio di kilobyte fra il vostro pc e la rete. Disconnect blocca questi collegamenti, consentendovi di essere più veloci fino a un massimo del 27 per cento, stando a quando dichiarano gli sviluppatori.

Installarlo è semplicissimo: si tratta di un normale plugin per browser. Una volta che ce l’avete a bordo, una piccola icona vi indicherà quante connessioni sono state bloccate.

La dashboard è piuttosto semplice da usare: potete bloccare più o meno tutte le connessioni terze, ma è consigliato di non bloccare quelle della sezione content perché potreste perdere materiale importante nella pagina. Allo stesso modo se bloccate i social non vedrete i bottoni di condivisione.

Potete sempre scegliere di mettere in blacklist o whitelist ogni sito.

Disconnect è un software open source che potete scaricare gratuitamente, ma ovviamente è buona cosa lasciare un contributo. Magari provatelo per un po’ e poi pagatelo.

Nel mentre lo scontro fra Chrome e Firefox diventa sempre più serrato e con Internet Explorer che ci riprova, la velocità di navigazione sta diventando sempre più un fattore determinante nella scelta del browser da usare. Anche quando avete scelto però non dimenticatevi di segnare il vostro Firefox Day, un giorno in cui lasciare un segno.