Non è solo una questione di ego. Avere qualche centinaio di follower su Twitter ti aiuta a sentirti a tuo agio, ad avere l’idea che ci sia sempre e comunque qualcuno che ti ascolta.

Aumentare i propri follower su Twitter si può fare in tre modi:
* comprandoli;
* seguendo altri nella speranza di essere riseguito;
* twittando e promuovendosi.

La prima modalità di acquisizione la disprezziamo.

La seconda ha senso solo se la fai in modo corretto. Cioè manualmente o utilizzando strumenti come Tweepi.com. Con questo puoi vedere in maniera veloce i follower di altri account Twitter. Di base una ventina alla volta. Controlli la bio, te li scegli e li segui in blocco. Un po’ alla volta, non troppi eh! Se ti troveranno interessante ti riseguiranno. E visto che li hai scelti perché sono interessati a temi che ti interessano, ci sono buone probabilità che lo facciano.

Ho personalmente usato Tweepi e mi sono trovato molto bene perché così ho scoperto diverse persone interessanti di cui probabilmente avrei ignorato l’esistenza. Il consiglio è di vedere chi segue persone simili a voi o di cercare per argomenti che vi interessano.

Il miglior modo per aumentare i propri follower resta quello di usare un po’ di malizia nei propri post. Ecco qualche barbatrucco suggerito a suo tempo da Andy Beal:

* sei a un evento o ne segui lo stream? dillo e usa l’hashtag corretto;
* sei in una città diversa o stai viaggiando? dillo, magari attraverso una foto di Instagram;
* posta storie che ti hanno colpito;
* condividi perle di saggezza e citazioni;
* fai domande semplici;
* controlla i TT e twitta a tema.

photo credit: MicroGiG via photopin cc